Cos’è il Charas e come si fa

charas

INFORMAZIONI SUL CHARAS INDIANO

Il Charas Indiano E’ tra i nostri migliori prodotti di Hashish Legale  certificato ad alto tasso di CBD. Il Fumo Charas legale è estratto a secco.Il Charas anche detto hashish del nepal ha un colore che ricorda il caramello per via della resina che lo compone di colore marroncino chiaro.
Il Charas CBD è senza dubbio uno tra tutti i prodotti della cannabis legale più pregiati. Per via della sua caratteristiche malleabilità viene confezionato sotto forma di Ovulo di Fumo Sul mercato il Charas Legale è tra i più cercati e tra i più acquistati tra tutti gli Hashish Legali.  Per via della sua morbidezza è noto anche come Hashish Pongo. Tra i tanti motivi che rendono famoso questo hash legale forse il principale del Charas Indiano è sicuramente il particolare metodo di estrazione del Charas, che fino a poco tempo fa si poteva osservare soltanto in India.

 

Di fatti quest’ultimo veniva originariamente estratto da piante di cannabis che crescevano spontaneamente lungo i fianchi dell’Himalaya in India. Attualmente la maggiore concentrazione delle attività di produzione avviene in India, Pakistan o Nepal. Per questo il Charas Indiano è considerato un Hashish Puro.

Si presenta morbido, malleabile “tipo il pongo” e abbastanza appiccicoso che è una delle caratteristiche della sua estrazione a mano con le mani. Infatti alcuni lo conoscono come crema di hashish Il suo aroma dolce sprigiona note orientali tipiche del Charas e di  Hashish caramello con una fragranza molto delicata e amabile

CHARAS ESTRAZIONE

Il Charas o per essere più precisi La Charas è un ovulo di fumo che può essere definita come una sostanza NON psicoattiva ottenuta strofinando delicatamente via mano e fiori femminili ancora presenti nella pianta di cannabis per raccoglierne la resina. L’atto di raccogliere la resina è nato sicuramente dopo I nostri lontani antenati. Prima volta in contatto con la pianta di cannabis.

Non si sa con esattezza il posto dove è nata questa pianta in armonia con la sua precoce diffusione in epoca preistorica e della sua capacità di adattarsi alla maggior parte delle situazioni geografiche e climatiche; tuttavia esistono tre probabili luoghi di nascita: l. A. Cina, le valli dell’Himalaya e l’Asia centrale.

«Ci ​​sono segni evidenti che gran parte della nostra evoluzione in quanto uomini ha avuto luogo in Africa e che l’Europa e l’Asia siano le più popolate dall’umanità circa 1.Otto milioni di anni fa, dopo centinaia e centinaia di migliaia di anni di Migrazione dal Sud Africa al Continente Eurasiatico ».

Perciò è probabile che l’incontro tra i nostri antenati e cannabis si avvenuto quasi due milioni di anni fa. Ad ogni modo, la datazione della scoperta della cannabis non è importante alla fine di ciò che è articolato come invece è il cugino effettivo in contatto fisico con la pianta.

È letteralmente impossibile raccogliere semi o foglie dalla pianta di hashish senza ritrovarsi uno strato di resin sulle dita. Il primo concentrato “nacque” con quel primo contatto e in futuro lontano sarebbe stato chiamato Charas.

COLTIVATORI

I coltivatori e raccoglitori esperti, con alle spalle migliaia di anni di esperienza nell’ambito delle proprietà  medicinali e nutritive di ogni pianta arrivano da lunghe migrazioni dall’Africa all’Asia, hanno sicuramente ingerito un po ‘di quella resina aromatica per capirne i benefici e l’efficienza.

Gli aspetti psicoattivi e medicinali della hashish sono con ogni probabilità stati sperimentati prima della scoperta delle proprietà nutritive dei semi o della qualità della sua fibra; la fibra di maggior prezzo nella documentazione dell’umanità eccellente alla sua proibizione.

Los Angeles Charas è la più antica forma di tipo di estrazione del charas (che ha una forma tipo ovulo di fumo) ; è la tecnica più facile e potente coerente con raccogliere resina pulita dalle piante selvatiche all’apice del loro periodo di fioritura.

Oggi questo metodo di produzione non viene spesso praticato nei paesi produttori di hashish ma rimane l’unico procedimento di raccolta utilizzato ai pendici dell’Himalaya, in Bhutan, Nepal e nord dell’India laddove il clima tropicale della regione offre livelli di umidità da permettere la setacciatura a secco.

I principi medicinali e psicoattivi dell’hashish e della sua resina sono conosciute in India da migliaia di anni. La pianta ha inoltre un ruolo critico nella fede Induista, in modo unico con Shiva, “Il Propizio” – sommo yogi, distruttore e creatore di vita, fonte di saggezza – e della sua consorte Parvati, “Colei che abita le montagne” – Dea dell’Amore e della Devozione, festa di compleanno della femminilità e complemento opposto alla cultura ascetica di Shiva e dei suoi accompagnati.

Qui il link del nostro Charas

Questo articoli sono solo a scopo informativo e non vogliono in alcun modo incentivare alla coltivazione o all’uso di droghe.

Si tratta di un avviso sui cookie standard che puoi facilmente adattare o disabilitare come preferisci. Utilizziamo i cookie per assicurarci di darti la migliore esperienza sul nostro sito web.

Il tuo carrello