Cosa succede quando fumi marijuana ogni giorno?

cosa succede se fumi marijuana ogni giorno

Come la cannabis influisce sul corpo e sul cervello

Nota: questo articolo riguarda l’uso ricreativo della cannabis. I pazienti che necessitano quotidianamente di cannabis medica per far fronte ai sintomi debilitanti delle malattie non saranno presi in considerazione qui quando si discuterà di eventuali effetti negativi della marijuana.

La popolarità dell’uso di cannabis non è mai stata così alta. I rapporti del Colorado mostrano che i consumatori hanno già acquistato più erba entro ottobre 2020 , rispetto a tutto il 2019. Inoltre, altri cinque stati hanno approvato l’uso di erba ricreativa o medica nelle elezioni di novembre e ora ci sono 11 stati (più il Distretto di Columbia) dove l’uso ricreativo è legale e 35 stati che consentono l’uso medico. Con così tante persone che si accendono, abbiamo pensato che sarebbe stato saggio dare una rapida occhiata al pedaggio che la cannabis può subire sul corpo se consumata quotidianamente.

Come la cannabis influisce sul corpo e sul cervello

La ricerca mostra che la marijuana è più sicura da usare rispetto alle sigarette e all’alcol e, naturalmente, ci sono molte prove a sostegno di tale affermazione. Ma, poiché sempre più persone si rivolgono all’erba come alternativa alla nicotina o all’alcol e le tendenze come California Sober aumentano di popolarità, è importante riconoscere ciò che la cannabis fa al corpo, specialmente quando si fuma erba ogni giorno. Cosa fa l’uso quotidiano di marijuana al sistema cardiovascolare o all’apparato respiratorio? Come influisce sul cervello? E il sistema nervoso centrale?

Il punto più logico per iniziare è nel cervello. Dopotutto, è l’organo più importante del nostro corpo e influenza il modo in cui operano. Dopo aver inalato la marijuana, il fumo entra nel flusso sanguigno dove alla fine raggiunge il cervello. Quando il principale cannabinoide psicoattivo contenuto nella marijuana, il tetraidrocannabinolo (THC), entra nel cervello, si lega ai recettori e cambia il modo in cui opera il cervello. Invia nuovi messaggi chimici al sistema nervoso centrale e altera molte delle procedure operative standard del corpo.

  • Memoria: il THC influisce sull’ippocampo dove elaboriamo le informazioni e sviluppiamo la memoria.
  • Aumento della dopamina: questo produce lo “sballo” che viene fornito con la cannabis e può aumentare la percezione sensoriale.
  • Tempo di reazione rallentato: equilibrio e coordinazione lenti a causa dell’interazione del THC con il cervelletto e i gangli della base .
  • Aumento dell’appetito e del desiderio sessuale
  • Battito cardiaco accelerato

Fumare erba sconvolge anche l’importantissimo e influente sistema endocannabinoide (ECS) e il modo in cui mantiene l’omeostasi . Ciò significa che l’equilibrio generale del corpo viene distorto.

Effetti collaterali a lungo termine della marijuana

Il corpo sviluppa una tolleranza a qualsiasi sostanza se consumata regolarmente e il THC non è diverso. Gli studi dimostrano che l’uso frequente di cannabis può causare una maggiore tolleranza tra i consumatori e diminuire o addirittura bloccare alcuni dei più comuni effetti collaterali del fumo di erba come confusione, ansia e deficit di attenzione. Ci sono anche alcuni disturbi, sebbene rari, che gli scienziati collegano all’uso di cannabis che sono molto duri per il corpo.

Sindrome da iperemesi dei cannabinoidi

La sindrome da iperemesi da cannabinoidi (CHS) è una condizione che produce attacchi di vomito ricorrenti e gravi. Anche se non è molto comune e si verifica solo nei consumatori quotidiani a lungo termine di marijuana, la CHS è terribilmente scomoda per le persone che ne soffrono. La marijuana ha tipicamente l’effetto opposto della CHS, il che rende questa condizione incredibilmente strana. Normalmente, l’erba riduce la nausea e il vomito e aumenta l’appetito. Sfortunatamente, dopo aver usato ripetutamente la cannabis, alcuni recettori nel cervello smettono di rispondere all’erba allo stesso modo. Ciò porta a ripetuti attacchi di vomito, spesso sperimentati da persone con CHS. Non è chiaro perché alcuni consumatori pesanti di marijuana abbiano la sindrome, ma altri no.

Disturbo da uso di cannabis

Il disturbo da uso di cannabis è un’altra sindrome che può derivare dal consumo cronico di marijuana a lungo termine. Questo disturbo produce una varietà di cambiamenti comportamentali che imitano le tradizionali azioni di dipendenza come un’intensa brama di marijuana, la mancanza di impegni sociali o professionali a causa dell’uso di cannabis, tentativi falliti di diminuire il consumo di marijuana e la tolleranza nella misura in cui c’è bisogno di una cannabis notevolmente aumentata per ottenere intossicazione o effetto desiderato.

Altri effetti sulla salute a lungo termine

Ci sono anche effetti a lungo termine sul sistema cardiovascolare e respiratorio che derivano dall’atto di fumare cannabis. Per lunghi periodi di tempo, può comportare una maggiore possibilità di ictus o infarto. Fumare quotidianamente può avere un impatto negativo sul sistema respiratorio semplicemente perché i polmoni sono costantemente esposti al fumo. Alla fine, sovraccaricandoli di lavoro e producendo una tosse cronica o addirittura una bronchite.

Sebbene la maggior parte delle condizioni siano rare, è importante essere consapevoli del lato negativo del fumo di cannabis ogni giorno. La moderazione è fondamentale e prendersi una pausa dal fumo o pensare a modi diversi di ingerire erba può essere incredibilmente benefico per il corpo. Spostarsi ogni giorno su una tubatura dell’acqua invece che su una ciotola o su una canna può alleviare la pressione respiratoria. Naturalmente, gli edibili rimuovono completamente dall’equazione qualsiasi effetto negativo del fumo. Prendersi una pausa dal consumo di cannabis può aiutare a liberare il cervello e il corpo e consentire all’ECS di ripristinarsi e ritrovare un piacevole equilibrio. Ogni giorno i fumatori che si prendono anche solo uno o due giorni di pausa dal ricucire sperimenteranno un’esperienza psicoattiva più intensa quando torneranno a usare la marijuana.

Se stai riscontrando uno dei sintomi legati alle sindromi e ai disturbi elencati nell’articolo è imperativo che tu veda immediatamente il tuo medico. Fortunatamente, malattie come la CHS sono molto rare, ma esistono. 

Fonte:

wheresweed.com/blog/education/2021/mar/what-happens-when-you-smoke-marijuana-every-day

  • Sale!
    StraStrawberry Haze, Strawberry canapa legalewberry Haze, strawberry canapa legale

    STRAWBERRY HAZE CBD CBDA < 32%

    Spedizione ANONIMA & GRATUITA SEMPRE
    Prezzo al gr:
    € 8.20|€ 11.00
    7.60329.00
    Svuota

Si tratta di un avviso sui cookie standard che puoi facilmente adattare o disabilitare come preferisci. Utilizziamo i cookie per assicurarci di darti la migliore esperienza sul nostro sito web.

Il tuo carrello