La storia della Mango Haze

mango haze, la storia

La Mango Haze è stata una delle prime varietà di cannabis ad essere costruita attorno a un marchio e ha lasciato per sempre il segno nella cultura della cannabis in erba degli anni ’70 in California. Anche se molti “incolpano” gli Haze Brothers e Sam “The Skunkman” per la loro creazione, c’è chi dice che quei fratelli non sono mai esistiti e che tutto fa parte di una leggenda. Quello che è certo è vero è che “l’uomo Skunk” lo portò in Europa e che, con il passare del tempo, divenne una genetica mitica.

 

Nel corso della storia ci sono state diverse varietà che hanno lasciato un segno per i posteri. Che fosse per il momento in cui è stata creata la sua genetica, il luogo in cui i suoi creatori l’hanno realizzato, il suo aroma e sapore caratteristici o la rivoluzione che ha causato nella  comunità della cannabis , ci sono molti e diversi fattori che hanno reso AK-47, La Skunk o la White Widow sono ancora oggi ricordate, coltivate e consumate come veri gioielli nella storia della cannabis. E tra tutti, ce n’è uno che è apparso in un momento e in un luogo chiave per la comunità della cannabis e che ha segnato un prima e un dopo sotto molti aspetti. Parliamo della varietà Haze. Tra gli elementi che hanno elevato questa genetica alla categoria della leggenda della marijuana ci sono le circostanze ei misteri che circondano la sua gestazione. La versione più diffusa è quella che racconta che è stato il lavoro degli Haze Brothers (i ‘fratelli della nebbia’ in spagnolo) e di  Sam ‘The Skunkman’ , colui che è stato il creatore di un’altra varietà di cannabis ricordata come la  Skunk . Dicono che negli anni ’70, nella regione californiana di Santa Cruz , culla della cultura della cannabis di un paese che cercava di porre fine all’uso della marijuana a tutti i costi, queste persone curiose decisero di incrociare alcune varietà provenienti da diverse parti del globo. . Allora venivano consumativarietà arrivate dalla Colombia, Messico, Panama o Giamaica . Tuttavia, c’è stato anche chi è andato un po ‘oltre ed è riuscito a ottenere semi dal Medio Oriente e dall’Asia centrale. Ebbene, per la Haze i fratelli hanno realizzato un incrocio tra una Landrace, una varietà Sativa pura del Messico e un’altra colombiana. Hanno aspettato un anno e, dopo aver selezionato le migliori femmine dal loro raccolto precedente, le hanno mescolate con un Landrace maschio dalla Thailandia. Il risultato di questa fusione di tre genetiche 100% Sativa è stato ciò che ha dato origine al germe di quella che oggi conosciamo come Mango Haze . Poi “The Skunkman” ha ricevuto alcuni di quei semi e ha finito di perfezionare la creazione.

Una varietà molto complessa

Come lo stesso Sam riconobbe anni dopo, la varietà che gli Haze Brothers gli diedero non era facile da domare. Non era una genetica stabile, quindi è stato un risultato lavorare con lei, fare più incroci e ottenere una prole omogenea. Una delle prime varianti emerse su questo percorso è stata la Purple Haze , anch’essa riconosciuta in tutto il mondo e ricordata ancora oggi come seme di culto. Tuttavia, gli sforzi di Sam sono riusciti a stabilizzare questa genetica. Per fare questo, ha lavorato con il suo collega Robert Clarke nel collettivo Sacred Seeds. Quello che hanno rilevato è stato che, quando hanno cercato di migliorare la qualità della Haze, quella qualità ha sofferto perché ha perso vigore, tra le altre cose. Ci è voluto un po ‘per rendersi conto che le piante migliori erano quelle ibride che avevano realizzato con questa genetica e alcune altre con cui avevano già sperimentato. In questi casi, è stata la Haze a fornire molta qualità. Fu solo nel 1976 che Sam e Robert decisero di iniziare a vendere i semi di quella che ora consideriamo Mango Haze . Era un ibrido 100% Sativa che era molto apprezzato sia dai coltivatori di cannabis dell’epoca che da coloro che successivamente l’hanno consumata. Quest’ultimo ha finito per idolatrare questa varietà perché Skunkmanand company ha ottenuto un incrocio che si è distinto per il suo aroma di spezie, con note morbide di incenso e legno al tocco citrico fornito dalla varietà dalla Thailandia. E oltre al gusto, se qualcosa ha conquistato i fumatori è stato il suo potente effetto, che ti ha immerso in uno stato di psichedelia per un bel po ‘di tempo.

 

Nel frattempo, i motivi per cui questa varietà alla fine ha conquistato i coltivatori sono più difficili da capire. Forse è stata la ricompensa del raccolto, poiché era una pianta di marijuana molto delicata. Tra l’altro, poiché la sua fioritura è stata lenta (circa 16 settimane) , gli esemplari hanno finito per raggiungere una taglia eccessiva e quel che è peggio, ha avuto più resa  coltivata all’aperto , cosa che potrebbe rovinare i piani di molti di loro.

Mango Haze

Alcuni anni dopo, spinto dalle leggi proibizioniste che si stavano diffondendo negli Stati Uniti, Sam decise di attraversare l’Atlantico e stabilirsi in Europa. Nello specifico, come potrebbe essere altrimenti, nei Paesi Bassi. Fu lì che questo intrepido amante della cannabis continuò a commercializzare la Mango Haze , ma continuò anche la ricerca per finire di creare altri incroci che preservassero il meglio di questa genetica ma rendessero, tra le altre cose, più facile da coltivare. Ovviamente, a parte le molteplici varietà che sono germogliate da quegli incroci, c’era un fattore che ha finito per trasformare la Mango Haze in un seme iconico: la sua commercializzazione.

Quando i prezzi di un’oncia di marijuana (poco più di 28 grammi) variavano da $ 15 a $ 60 nel 1976, Mango Haze all’epoca veniva venduta per $ 200, poiché gli acquirenti ricevevano anche il poster promozionale per questa varietà. hanno un’identità di marca) e, in alcune occasioni, una scatola di palissandro per riporlo. E contrariamente a quanto molti potrebbero pensare, il venditore ha esaurito più del 90% delle azioni in soli tre mesi, elevando infine la Haze alla categoria delle varietà cult. Tuttavia, come abbiamo accennato all’inizio, alcuni di questi dati sono stati messi in discussione da molti amanti della cannabis. C’è chi dice, senza andare oltre, che gli Haze BrothersNon esistevano e sono solo il risultato dei miti che circondano questa varietà . Quello di cui siamo sicuri è che la Mango Haze è diventata un seme leggendario. Che fosse per il suo aroma, per il “marketing” che hanno creato attorno ad esso o per il suo effetto, ancora oggi continua ad essere un punto di riferimento per “allevatori” e consumatori di tutto il mondo.

Approfondimento Mango Haze

  • Sale!
    mango haze

    MANGO HAZE CBD CBDA < 29%

    Spedizione ANONIMA & GRATUITA SEMPRE
    Prezzo al gr:
    € 8.30|€ 12.00
    8.30319.00
    Svuota

Si tratta di un avviso sui cookie standard che puoi facilmente adattare o disabilitare come preferisci. Utilizziamo i cookie per assicurarci di darti la migliore esperienza sul nostro sito web.

Il tuo carrello