Lo sapevi che? Grandi curiosità nel mondo della Cannabis

Lo sapevi che? Grandi curiosità nel mondo della Cannabis

Lo sapevi che? Grandi curiosità nel mondo della Cannabis

  • La storia di questa pianta millenaria è ricca di aneddoti che ne hanno stupito più di uno, come è il caso per le sue proprietà godibili e terapeutiche.
  • Ideali per riflettere un incontro tra amici o un dibattito pro e contro, queste 15 curiosità che vi presentiamo oggi vi saranno sicuramente di grande utilità.

Per tutti coloro che usano la cannabis per piacere e per coloro che hanno ancora molto da imparare da questa pianta benedetta, oggi presentiamo alcune curiosità che sorprenderanno sicuramente sia i veterani che i nuovi arrivati ​​sul campo.

1. A Shennong , una figura della mitologia cinese che si ritiene abbia contribuito a fondare questa civiltà 5000 anni fa, è attribuito il merito di aver scoperto le proprietà medicinali di dozzine di piante . Questo include anche la cannabis , la gotta delle sue piante femminili, i reumatismi o Dovrebbe alleviare i crampi mestruali. Per fare questo, ha provato personalmente ogni singola pianta, alcune delle quali addirittura velenose. Per ricercare il potere curativo delle erbe, è arrivato al punto di prendere circa 70 miscele in un solo giorno.

2 . La Bibbia di Gutenberg , il primo libro stampato con caratteri mobili, è stata stampata su carta di canapa . Le 35 copie realizzate hanno richiesto 11.130 pagine di materiale. Le 155 copie realizzate con polpa di albero, invece, hanno richiesto 49.290 pagine.

3. Su Internet, esiste la voce molto diffusa , che il consumo di marijuana è legale in Corea del Nord . Ma non è così . Apparentemente un giornalista ha visto un nordcoreano rotolare una sigaretta e ha pensato che fosse cannabis. Ne parlò e la storia si diffuse furiosamente. Tuttavia, ci sono grandi aree di coltivazione della canapa in questo paese per l’estrazione di fibre per la produzione di vestiti.

4. Si dice che il primo prodotto quella venduta su Internet era marijuana. È successo negli anni ’70 . Responsabili di questo sono stati gli studenti della Stanford University che hanno utilizzato ARPANET, una rete di computer per collegare le istituzioni che è stata sviluppata dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ed è il precursore di Internet di oggi. Apparentemente hanno contattato i colleghi del MIT per completare una vendita di una certa quantità di erba. Tuttavia, c’è chi non la vede come la prima transazione online perché non si è mai conclusa. Altrimenti, gli studenti avrebbero potuto finire nei guai, poiché la vendita di cannabis era allora vietata negli Stati Uniti.

5. Secondo le autorità sanitarie dello stato del Colorado , che hanno legalizzato la cannabis per uso ricreativo e medicinale nel 2014, ci sono più dispensari che filiali dell’azienda Starbucks : alla fine del 2015 c’erano 269 filiali rispetto a 248 filiali della catena di caffetterie e 205 McDonald’s. Che cosa è niente a quelle latitudini.

6. Sebbene alcuni stati degli Stati Uniti non regolamentassero l’uso dell’erba, intorno al 1619 i coloni avevano il dovere di coltivare la canapa per ottenere materiale per corde e tessuti. Se qualcuno rifiutasse, le autorità potrebbero adottare misure estremamente drastiche. Ad esempio, in Virginia c’è stato un tempo in cui gli agricoltori che non hanno seguito queste linee guida sono finiti in prigione. Inoltre , in quel momento le tasse potevano essere pagate anche sotto forma di canapa .

 

7 . Nel 2008, un tribunale italiano ha ordinato ai membri della fede rastafariana di possedere grandi quantità di marijuana . Stava rispondendo alle argomentazioni di un uomo arrestato con 100 grammi di erba, affermando che la cannabis era sacra nelle sue convinzioni.Un progetto per legalizzare l’impianto è attualmente all’esame del parlamento del paese.

8. La cannabis cresce in modo incontrollabile in Bhutan , ma i suoi abitanti non la usano per fumare, ma come mangime per i maiali . Tuttavia, l’accesso ai mezzi di comunicazione internazionali, l’arrivo di turisti e le mutate condizioni di vita dei residenti fanno sì che ora si fumi anche la marijuana. Purtroppo, le autorità continuano a vietare il consumo personale.

9. Alcune Varietà di marijuana hanno L’odore del formaggio e questo è dovuto alla presenza di alcuni acidi nei terpeni responsabili del suo odore e di alcune proprietà medicinali. Tra questi ci sono l’acido caproico, che è contenuto anche nei grassi animali e fornisce l’odore di “vecchi calzini”, e l’acido isovalerico, che ricorda i piedi sudati.

 

10. Un acro (più di 4000 metri quadrati) di canapa viene utilizzato per produrre la stessa quantità di carta che altrimenti richiederebbe quattro acri di foresta . Per questo motivo, l’uso della canapa è più sostenibile per l’ambiente. Inoltre, richiede solo sei mesi per l’uso industriale (un albero, invece, cresce in 20 anni).

11. THC, l’ingrediente psicoattivo della marijuana, aiuta a migliorare la vista . Secondo alcuni studi preliminari dell’Università di Montreal, aiuto Cannabinoidi ritardando così la perdita della vista associata a malattie degenerative. Secondo un recente studio, la marijuana può aiutarci con compiti ancora più complicati, come vedere al buio. Questa scoperta scientifica nasce da un aneddoto del 2004, quando un gruppo di scienziati canadesi ha rivolto la propria attenzione ad alcuni pescatori marocchini che avevano l’abitudine di consumare marijuana prima di andare a lavorare di notte. Hanno confermato che la cannabis era un buon alleato per vedere meglio al buio.

12 . La ricerca della Montana State University e della San Diego State University ha concluso che la regolamentazione della marijuana sta riducendo i tassi di suicidio . Coerentemente con le conclusioni, il numero di suicidi tra i giovani è diminuito negli Stati che regolavano l’uso medicinale della pianta rispetto alle regioni in cui l’uso terapeutico è ancora perseguito. Per gli scienziati, la marijuana agisce come un potente antidepressivo in quantità moderate.

13. L’ Alaska aveva regolamentato la marijuana nel 1975 . All’epoca, la più alta corte dello stato stabilì che il diritto costituzionale alla privacy prevedeva che gli adulti potessero possedere e utilizzare piccole quantità di erba. Tuttavia, questa premessa è in netto contrasto con le leggi che puniscono il possesso di più di 25 grammi della pianta. Nel 2015 il consumo privato è stato finalmente legalizzato. Anni prima, nel 1998, la stessa cosa era successa al consumo medico.

 

14. La frutta a guscio aumenta la potenza dei cannabinoidi nella marijuana . Gli acidi grassi omega-3 contenuti in questi frutti secchi fanno sì che gli effetti del THC si manifestino più velocemente e durino più a lungo. Un altro alimento che aumenta questi effetti sono i broccoli . Si consiglia di consumarlo prima di fumare, poiché l’alto contenuto di terpeni (responsabili dell’odore e del gusto della cannabis) aiuta la marijuana a combattere la depressione.

15. Il presidente degli Stati Uniti George Washington ha coltivato e consumato marijuana . Secondo alcuni ricercatori, lo ha fatto per alleviare il dolore della sua dentiera. In alcune delle sue lettere si lamentava del tempo impiegato per separare la femmina dagli esemplari maschi durante una coltivazione. Non era l’unico presidente a usarlo: Kennedy lo usava per curare il suo mal di schiena .

Si tratta di un avviso sui cookie standard che puoi facilmente adattare o disabilitare come preferisci. Utilizziamo i cookie per assicurarci di darti la migliore esperienza sul nostro sito web.

Il tuo carrello